IL PASTORE TEDESCO sebbene non necessiti di particolari cure, ha bisogno di essere seguito con attenzione. Il principale compito è mantenere sano e lucido il mantello, che dovrà essere spazzolato almeno 2-3 volte alla settimana. Durante la muta, l'operazione di spazzolatura dovrà essere svolta una volta al giorno, con apposita spazzola. Seguendo questi accorgimenti, si potrà diminuire i bagni specialmente nei mesi invernali; ogni volta che questo venga fatto, si dovrà aver cura di asciugare bene il cane per evitare il rischio di reumatismi. Molta attenzione si deve prestare alla pulizia delle orecchie: la sporcizia e il cerume, devono essere rimossi con l'aiuto di un tampone di cotone inumidito avvolto attorno a un bastoncino. La cura degli occhi non richiede particolare attenzione, solo in presenza di un eventuale arrossamento si potrà fare un impacco-lavaggio con acqua borica o con la camomilla. I cani che vivono molto all'aria aperta, normalmente non necessitano di molte cure riguardanti le unghie, perché con le passeggiate e il gioco si riesce a mantenere una lunghezza adeguata. Se ciò non fosse possibile, meglio rivolgersi al veterinario che con appositi strumenti provvederà al taglio delle stesse. Meno problematica è la pulizia dei denti che verrà risolta dando al nostro cane un osso, un panino secco o una mela che rosicchiando pulirà da solo la dentatura. Tutto ciò sono solo semplici regole che un buon padrone può eseguire senza particolare difficoltà. Per quanto riguarda ancora il mantello attenta indagine deve essere fatta per controllare che non vi sia la presenza di parassiti o infezioni. Comunque per prevenire questo pericolo, esistono vari prodotti specialistici in commercio.

ALIMENTAZIONE:

Una crescita armoniosa è strettamente legata ad una alimentazione equilibrate ed adatta alle necessità del cucciolo.Fino a quattro mesi l'ideale è distribuirgli la sua razione giornaliera in tre pasti per passare a due fino ad un anno e, successivamente, ad un pasto giornaliero.
Non variare l'alimentazione,il cane è molto abitudinario e monotono per quello che riguarda i suoi gusti alimentari. Quindi, se si inizia l'alimentazione con riso, carne di manzo o cavallo, un po' di olio di semi di girasole ed integratori di vitamine ed oligo elementi oppure con dei mangimi secchi preconfezionati, assolutamente non variare il tipo di alimentazione, a meno che non si presentino problemi specifici al vostro cane. Lasciare acqua a disposizione sempre, in special modo se il mangime viene servito secco.
Il cucciolo deve consumare la sua razione del pasto immediatamente (se non la consuma tutta la prossima volta la razione sarà ridotta).

CONTROLLI E VACCINAZIONI:

Il cucciolo ha bisogno di essere vaccinato dopo i 60 giorni dalla nascita in quanto diminuiscono gli anticorpi trasmessi attraverso il latte materno.
Le vaccinazioni più comuni ed indispensabili sono:
1) per il cimurro
2) per l'epatite
3) per la leptospirosi
4) per la gastroenterite da parvovirus
Nei cuccioli viene effettuato il richiamo 15/20 giorni dopo la prima vaccinazione e successivamente di anno in anno. E' comunque il veterinario che fisserà il calendario vaccinale.
Informarsi anche se nella vostra zona è presente la zanzara che potrebbe trasmettere al vostro cane la "FILARIA". In questo caso al cane dovrà essere data mensilmente una pastiglia (chiedere al Vs. Veterinario).
SVERMINAZIONE: è importante, soprattutto da cucciolo, che il cane abbia l'intestino libero da parassiti intestinali; è consigliabile, anche in questo caso, rivolgersi al veterinario per eseguire i prelievi necessari per le analisi.

VIAGGI:

E' consigliabile abituare il cane fin da cucciolo a viaggiare in auto a stomaco vuoto, iniziando con brevi viaggi su percorsi con poche curve.

AVVELENAMENTO

SINTOMI DI AVVELENAMENTO :
- Irrigidimento degli arti
- Mancanza di equilibrio
- respiro difficoltoso
- crisi convulsive
- vomito
- diarrea a volte con sangue
soprattutto: fino a qualche momento prima il nostro amico giocava e stava bene.

COMPORTAMENTO DA ADOTTARE:

- Mettersi in contatto con il centro veterinario più vicino, in modo da allertare il medico perchè si renda immediatamente disponibile al momento dell'arrivo dell'animale.

- Cercate di far vomitare il cane: utile a questo scopo, in assenza di farmaci appositi (emetici), la somministrazione di una sospensione di chiara d'uovo montata a neve, unita ad acqua calda molto salata.

- Mantenere il soggetto tranquillo e NON SOMMINISTRARE MAI LATTE.

- Evitare qualsiasi inutile stimolo sonoro o visivo che possa scatenare una crisi convulsiva.

- Contattare il numero verde: 800-029449, attivo 24 ore su 24.


AVERE CURA DEL PROPRIO CANE É UN IMPEGNO CONTINUO, CHE CI PERMETTE DI AVERE UN CANE SANO E BELLO CON IL QUALE DIVIDERE OGNI MOMENTO.


top